Continuano per tutto il 2016 e verranno con tutta probabilità prorogati al 2017 le detrazioni fiscali riguardanti le spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni).

L’incentivo si riferisce all’arredo per immobili oggetto di ristrutturazione. Si possono acquistare i mobili e gli elettrodomestici anche prima della conclusione dei lavori, basta che siano già ufficialmente avviati. La detrazione, che va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, spetta sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016 ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro. Il contribuente che esegue lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrà diritto al beneficio più volte. L’importo massimo di 10.000 euro va, infatti, riferito a ciascuna unità abitativa oggetto di ristrutturazione.

Oltre all’agevolazione fiscale legata alle ristrutturazioni ne esiste un’altra ( Casa Conviene ) dedicata alle giovani coppie che acquistino un nuovo locale destinato a prima abitazione, anche senza ristrutturazione. L’agevolazione consiste in una detrazione Irpef del 50%, da ripartire in dieci quote annuali di pari importo per le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016 su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro per l’acquisto di mobili nuovi (esclusi i grandi elettrodomestici) destinati ad arredare l’abitazione principale della giovane coppia.

E’ necessario che almeno uno dei due componenti della coppia non abbia superato i 35 anni di età o che li compia nell’anno 2016. L’acquisto può essere effettuato da entrambi i componenti della coppia o da uno
solo di essi.
Questi due incentivi non sono cumulabili tra loro.

Ma esiste anche un nuovo decreto, il SISMA BONUS, che verrà ufficializzato con la prossima legge di stabilità, riguardante detrazioni per gli adeguamenti antisismici. In questo caso le detrazioni possono andare dal 65% al 75% fino all’85% secondo il grado di adeguamento, determinato dale linee guida ufficiali sulla classificazione antisismica degli edifici.

L’85% corrisponde all’intervento completo di antisismica. Salvo ripensamenti il rimborso in questo caso dovrebbe essere ottenuto su 5 anni anziché 10.

Vi aspettiamo nel nostro showroom per ogni ulteriore informazione in merito.

Il video riguardante il bonus “Casa Conviene” per le giovani coppie…