Ad #Eurocucina2016 il gruppo #Lube ha presentato, in collaborazione con l’Università di Camerino, la prima esperienza di realtà virtuale con protagonisti modelli di sua produzione.

Il gruppo Lube crede molto in questa tecnologia che si sta rapidamente sviluppando. Le possibilità della HMD (Head Mounted Display) consentono già oggi al cliente di immergersi totalmente nel progetto vivendo l’esperienza  del risultato finale di un progetto, scegliendo anche colori e abbinamenti vivendoli in prima persona.

Tutte le più importanti multinazionali del settore high technology come Samsung, Google, Sony, Facebook ecc. stanno investendo moltissimo nella realtà virtuale che avrà enormi sviluppi in un futuro prossimo e Lube è tra le prime aziende del mercato, non solo nel campo dell’arredamento, a credere in questa nuova tecnologia.

Il sistema di proiezione binoculare fornito dal visore Oculus Rift consente di immergersi nell’ambiente virtuale a 360° per un esperienza più che mai analoga alla realtà.

L’interattività è talmente spinta da consentire di interagire con la cucina spostandosi al suo interno, avvicinandosi ad ogni elemento per poterlo guardare da ogni angolazione come fosse reale.